Il doppio vinile celeste di Songs of Experience degli U2 esce il primo dicembre del 2017, dopo I fasti celebrativi del Joshua Tree Tour 2017 dove i quattro hanno presentato per la prima volta, a trent’anni di distanza, il celebre disco nell’ordine in cui fu inciso, da sottolineare senza dubbio il primo live per Red Hill Mining Town e il ritorno di Exit.

Durante l’estate, mentre gli U2 promuovevano i loro concerti di celebrazione, hanno lanciato alcuni brani di queste canzoni di esperienza. Sul finire di maggio la prima, The Little Thing That Give You Away, un pezzo intenso e ricco di pathos la cui parte finale arriva fin dentro al cuore per farlo esplodere. Quel sometimes gridato all’infinito rappresenta lo smarrimento, ma gridandolo così forte diventa un ostinazione nel credere nel bene e, in questo caso, nell’innocenza.

Certe volte non posso credere alla mia esistenza
Mi vedo da lontano
Non riesco a tornare dentro
Certe volte l’aria è così aniosa
Tutti i miei pensieri così azzardati
E tutta la mia innocenza è morta

Certe volte
La fine non sta arrivando
La fine è qui
Certe volte

Il 30 agosto a sorpresa esce su YouTube un video live di The Blackout. Un pezzo più dark che sembra tornare alle atmosfere grezze di Pop. Il messaggio qui proposto è quel saper navigare nel buio e nelle ombre della vita, perché è in quei momenti che devi credere di più, è in quei momenti che scopri nuove parti di te stesso mantenendo la consapevolezza, attraverso l’esperienza, che la luce tornerà.

Quando le luci si spengono
E ti butti nell’oscurità dove impari a vedere
Quando le luci si spengono
Non dubitare mai
Della luce che possiamo davvero essere

Blackout
È chiaro
Quello che sei apparirà
Blackout
È chiaro
Così felice che siamo ancora qui
Qui!

Il 6 settembre esce ufficialmente il primo singolo del disco, You’re The Best Thing About Me, e in questo caso ci troviamo di fronte a un pezzo molto più pop e solare, almeno nella sua struttura musicale.
Con questi due vinili celesti possiamo poi avere una visione più grande di tutto l’album, che cita in alcuni passaggi il precedente Songs Of Innocence, licenza poetica utilizzata anche dall’ovviamente più grande ispirazione per questo progetto: William Blake, che nei suoi Canti dell’innocenza e dell’esperienza, divideva e univa con diverse prospettive i messaggi dei due contrari stati dell’anima umana.

u2 songs of experience vinile
Love is All We Have Left, le cui voci giravano già dai tempi di No Line On The Horizon, e Lights Of Home aprono questo disco che davvero riesce a esprimere l’esperienza in tutte le sue declinazioni più nobili e ampie.
Uno dei brani centrali, forse quello più importante, è Get Out Of Your Own Way che musicalmente non rimarrà indelebile nelle orecchie degli ascoltatori, ma il testo è davvero sorprendente nella sua capacità prima di fotografare gli stati d’animo e poi di consigliare una soluzione nel cambiare la direzione, con l’esperienza, per trovare una nuova strada.

L’amore fa male, ora sei la ragazza senza parole
Il tuo core è un palloncino, ma poi scoppia
Non ci vuole un cannone, basta uno spillo
La tua pelle non ti protegge

Resistenza, l’amore deve combattere per la sua stessa esistenza
Il nemico ha eserciti di assistenti
Il sensuale, l’affascinante
Un bacio, un pugno
Senti questa

Esci dalla tua stessa via

Se potessi sistemerei le cose
Niente ti blocca, oltre quello che hai dentro
Posso aiutarti, ma la battaglia è tua

Dopo American Soul, sorella maggiore di Volcano, che rappresenta l’amore ancora possibile per quel continente sognato dagli europei (C’è un momento nella vita in cui un’anima può morire/ Di una persona, di una nazione, quando credi a una bugia/ C’è una promessa all’origine di ogni bel sogno/ È una chiamata all’azione, non alla fantasia), si gira lato e anche qui continua, sotto un filo conduttore molto più ampio rispetto a qualsiasi altro disco degli U2 questo viaggio poetico sul valore dell’esperienza.
Summer of Love, uno dei pezzi più interessanti, e Red Flag Day, entrambe sui profughi siriani creano un atmosfera seria nel nome dell’amore, che viene interrotta dall’ironica The Showman (Little More Better) per arrivare alla solennità della già citata The Little Things That Give You Away.
Landlady apre al trittico finale che si presenta con The Blackout, con Love Is Bigger Than Anything In Its Way, una delle canzoni più importanti degli U2, dove le parole di Bono riescono a trasmettere la forza più grande dietro tutte le insoddisfazioni del mondo, che siano grandi o piccole, politiche o emotive. La forza più grande è davvero l’amore e gli esseri umani, attraverso l’esperienza, vivono e prendono energia da questa forza.
In conclusione 13 (There is a Light), in cui i versi dell’innocente Song For Someone diventano ancor di più macrocosmici nella protezione dell’innocenza.

Proteggi la tua innocenza
Dall’allucinazione
E sappi che la tenebra si raduna sempre intorno alla luce

C’è una luce che non sempre riesci a vedere
C’è un mondo che non riusciamo sempre a essere
C’è un buio di cui non dovremmo dubitare
E c’è una luce, non lasciare che si spenga

In conclusione si può incredibilmente considerare Songs of Experience il disco definitivo degli U2 e di Bono in particolare, che riesce, attraverso queste lettere scritte “come se fosse morto”, a ampliare e a chiarire quasi ogni punto vitale di tutta la musica e di tutti i messaggi d’amore degli U2.

Noel Gallagher definisce questo disco molto più innocente di Songs of Innocence, e forse è così. Queste canzoni, nella loro unione, sono più grandi delle singoli parti. Di base c’è una visione e una grande forza guidata dalla voglia di guardare la linea all’orizzonte del futuro, Songs of Experience riesce a trovare un abbraccio tra l’innocenza e l’esperienza che sembrano chiarirsi definitivamente. È un incontro d’amore, più grande di ogni altra cosa a modo suo. Sta all’ascoltatore crederci o meno.

Come scriveva Blake nel 1789 nella sua riflessione d’innocenza in L’immagine Divina: “l’umana forma tutta si deve amare, nel pagano, nel turco, o nell’ebreo. Dove Pietà, Misericordia e Amore, nel medesimo luogo sta il Signore”.

LOVE IS BIGGER THAN ANYTHING IN ITS WAY

Davide Di Cosimo

 

 

U2 – Songs of Experience (Doppio Vinile Celeste) – 2017
Side 1
Love Is All We Have Left
Lights of Home
You’re The Best Thing About Me
Get Out Of Your Own Way
American Soul

Side 2
Summer of Love
Red Flag Day
The Showman (Little More Better)
The Little Things That Give You Away

Side 3
Landlady
The Blackout
Love Is Bigger Than Anything In Its Way
13 (There is a Light)

Side 4
Ordinary Love (Extraordinary Mix)
Book of Your Heart
Lights of Home (St Peter’s String Version)