Dieci anni fa, Renato Zero tornava sulle scene con Presente, disco completamente autoprodotto da Tattica, a tre anni dal precedente Il Dono, e venne stampato anche in doppio vinile, evento che venne fatto per l’ultima volta per Cattura del 2003, in un disco ormai introvabile.

Renato riportava le sue canzoni incise su vinile e proprio Presente diventò uno dei vinili più venduti dell’anno.
All’interno del disco Zero si definiva operaio specializzato in manutenzioni straordinarie di teste sognanti. Le diciassette canzoni che lo compongono, compresi i singoli Ancora Qui, Non Smetterei Più con Mario Biondi e Questi Amori, aprono un nuovo capitolo della carriera dell’artista romano che dopo l’ascesa degli anni settanta e il celebre percorso successivo, giunge con maturità artistica in una strada che lo porta a tracciare alcuni punti focali del suo passato, a guardare con diffidenza il vento della nuova società e a mantenere un contatto viscerale con i giovani a cui prova sempre a regalare sogni e spunti di riflessione.

Renato Zero Presente

È vero che proprio dal 2009 o dal 2010 il vinile ha ripreso nuova linfa dopo tanti anni in cui ne fu dimenticata la sua utilità. Sembrava che fosse destinato a occupare un ricordo nella vita dell’uomo, come la macchina da scrivere o il telefono a gettoni, e forse perché gli ascoltatori hanno bisogno di toccare la musica o per la stanchezza nei confronti del compact disk o per gli mp3, il vinile è tornato nei salotti delle persone.

Presente ne è una conferma preponderante sia per Zero che per tutta la musica italiana. Nel 2013 Renato pubblicava Amo Capitolo 1 e Amo Capitolo 2, entrambi in doppio disco a tiratura limitata e numerata.
Gli album rappresentano un ritorno a quella via Tagliamento che ha indissolubilmente formato e fortificato quell’esile ragazzo della Montagnola.
Chiedi Di Me, il primo singolo di Amo Capitolo 1, venne inciso in un bellissimo 45 giri in 12 pollici con b-side un nuovo remix di Madame.

Il successivo Alt del 2016, inciso in doppio vinile, toccava tematiche più sociali e rifletteva sui comportamenti dell’uomo a partire dal singolo Chiedi, che non aveva niente a che fare con Chiedi Di Me, e venne stampato in un 45 giri 7 pollici a due lati A, con Gli Anni Miei Raccontano.

Renato Zero La Vetrina

Dopo Zerovskij, opera sinfonica del 2017, non stampato in vinile, in cui si continuava quel discorso sociale tracciato da Alt, in maniera più fotografica e razionale con la volontà di rimanere sempre figli del sogno in una vita che si ammala sempre di più. L’album trainato da Ti Andrebbe Di Cambiare Il Mondo, rappresenta un ulteriore prospettiva di questo periodo di Zero.

Arrivando a oggi, Renato è come se facesse la somma di questi ultimi dieci anni. Zero Il Folle è un bellissimo doppio vinile, queste tredici canzoni riescono a implementare e completare tutte le tematiche trattate da Presente in poi, aggiungendo un colore e una vitalità sotto il nome della follia.
Zero si è immerso nell’aria di Londra che ancora ricorda i vinili e i grandi artisti degli anni sessanta e settanta e li catapulta tra i social network e gli smartphone. Il primo e il secondo singolo del disco, Mai Più Da Soli e La Vetrina, che sembra il proseguimento di La Tua Idea di EroZero, vengono incisi in un 45 giri a doppio lato A.

Renato è apparso anche su Topolino con il nome di Piumato Zero e si appresta a partire con un nuovo tour.

Davide Di Cosimo

Renato Zero – Zero Il Folle in tour
1 novembre – Palazzo Dello Sport di ROMA (SOLD OUT)
3 novembre – Palazzo Dello Sport di ROMA (SOLD OUT)
4 novembre – Palazzo Dello Sport di ROMA (SOLD OUT)
6 novembre – Palazzo Dello Sport di ROMA (SOLD OUT)
8 novembre – Palazzo Dello Sport di ROMA (SOLD OUT)
9 novembre – Palazzo Dello Sport di ROMA (SOLD OUT)
14 novembre – Mandela Forum di FIRENZE (SOLD OUT)
15 novembre – Mandela Forum di FIRENZE (SOLD OUT)
18 novembre – Grana Padano Arena di MANTOVA
19 novembre – Grana Padano Arena di MANTOVA
23 novembre – Vitrifrigo Arena di PESARO
24 novembre – Vitrifrigo Arena di PESARO
7 dicembre – Modigliani Forum di LIVORNO
8 dicembre – Modigliani Forum di LIVORNO
14 dicembre – Pala Alpitour di TORINO
15 dicembre – Pala Alpitour di TORINO
21 dicembre – Unipol Arena di BOLOGNA
22 dicembre – Unipol Arena di BOLOGNA
11 gennaio – Mediolanum Forum di MILANO (SOLD OUT)
12 gennaio – Mediolanum Forum di MILANO (SOLD OUT)
14 gennaio – Mediolanum Forum di MILANO (NUOVA DATA)
18 gennaio – Palasele di EBOLI – Salerno
19 gennaio – Palasele di EBOLI – Salerno
23 gennaio – Palaflorio di BARI (SOLD OUT)
25 gennaio – Palaflorio di BARI (SOLD OUT)
26 gennaio – Palaflorio di BARI (SOLD OUT)