Aletheia “è lo stato del non essere nascosto; dell’essere evidente”.

Venerdì 10 Maggio esce Aletheia, il nuovo attesissimo lavoro di Diego Germini, in arte Izi, il quale non ha certamente fatto uscire un album solamente perché mancava da un po’ (Fenice – 2016, Pizzicato – 2017) ma per comunicare qualcosa di grande e chiaro.

Nell’ottobre del 2018 esce Fumo da solo, singolo che fa presagire un ritorno in grande spolvero del rapper di Cogoleto, prodotto da Charlie Charles e Tha Supreme. Una traccia che arriva subito e che rispecchia a pieno la personalità di Diego, un continuo evocare di episodi e immagini nelle quali rispecchiarsi.

Nel periodo di tempo che separa l’uscita del singolo e quella dell’album tutti i fan di Izi hanno immaginato l’artista ligure a scrivere nella sua stanza in continuazione per giustificare il relativamente lungo periodo di attesa per l’uscita dell’album. Nel gennaio 2019 esce Magico, traccia prodotta da High Klassified e che non comparirà in Aletheia.

A fine aprile Izi annuncia l’uscita di Dammi un motivo, singolo che suona di novità rispetto al passato, ma che risulta senza dubbio un’ottima antipasto dell’album il quale prende tuttavia dei binari diversi, dei suoni e dei testi ben più intensi e sentiti.

‘Possiamo comprendere la verità del buio quando un bambino ha paura’.

Alla fine di quasi tutte le tracce dell’album c’è una parte di questa frase, che rivendica a pieno la personalità introspettiva di questo album. Un’artista, Izi, che non hai mai nascosto i suoi lati deboli e le sue riflessioni e che ribadisce il suo continuo pensare e farsi domande su ciò che lo circonda. La solitudine è un punto fermo nell’aura di Diego ed emerge quasi in ogni traccia del disco: un continuo racconto di storie e pensieri, sensazioni speciali ma ricorrenti che evocano un sentirsi appartenente a nient’altro che a se stesso.

‘Pochi esseri umani hanno un’anima’.

Parole iconiche dell’ultima traccia del disco, Zorba, ispirata a ‘Zorba il greco’, film del 1964 girato a Creta e a uno dei suoi personaggi, Alexis Zorba, uomo greco di mezza età innamorato della vita ma incostante negli affetti e nelle azioni che fa innamorare di se’ uno scrittore inglese a Creta per aver ereditato una miniera.

La traccia suona come un inno alla vita e che sicuramente non passa inosservato all’interno dell’album.

Da evidenziare inoltre il featuring con Sfera Ebbasta in 48H, primo in tutte le classifiche in poche ore, quello con un se’ stesso inglese in Weekend che fa uscire la versatilità di Izi e quello con i francesi Heezy Lee & Josh.

Deco