(Foto di Yuma Migliaccio)

I Guappecartò hanno pubblicato il nuovo album Sambol- Amor Migrante, uscito il 26 febbraio nei negozi di dischi, sulle piattaforme streaming e in digital download.

Registrato alle Officine Meccaniche di Milano e missato da Laurent Dupuy (vincitore di due Grammy Awards), l’album del quintetto strumentale è composto da 9 rivisitazioni delle opere di Vladimir Sambol, compositore degli anni ’30.

Il disco, prodotto da Stefano Piro, che vede la partecipazione di Vincent  Segal (violoncello), Daniele Sepe (sassofono), Marzouk Mejri (daf e tar) e di tanti altri musicisti di fama internazionale, nasce dall’incontro con la figlia di Sambol, Mirjam Sambol Aicardi, che rimane impressionata dai live dei Guappecarto’, invitandoli a ripercorrere il repertorio del padre.

Abbiamo intervistato il gruppo che ci ha parlato della nascita di questo progetto, di quanto da musicisti è cambiato il loro modo di ascoltare musica e di come Vinicio Capossela potrebbe essere perfetto per una collaborazione live.

Guappecartò Sambol- Amor Migrante: l’intervista

Intervista a cura di Irma Ciccarelli