“La vita non finisce è come il sonno, la nascita è come il risveglio. Finché non saremo liberi torneremo ancora ancora e ancora”

Franco Battiato dona al mondo della musica un nuovo album che racchiude tutto l’universo del termine “essenziale”.

Si intitola “Torneremo ancora” e sarà disponibile a partire proprio dal 18 ottobre sia su CD che doppio LP in tutti i negozi e sugli store digitali.

Questo ultimo disco ha qualcosa di diverso dagli altri, come ha affermato Francesco Cattini durante la conferenza stampa tenutasi a Milano, presenti anche Francesco Messina e Pino Pischetola.

“Anche se l’ho ascoltato molte volte, mi stupisco sempre del suono corposo, quasi metafisico di questo album- continua Francesco Cattini- Oserei dire che Franco Battiato è riuscito a migliorare le sue canzoni in questo album”

L’ascolto in anteprima di “Torneremo ancora” è iniziato con un video girato nello studio del Maestro tra il 10 e 11 agosto 2019 e quello che mostra è un Franco Battiato che compone, circondato da libri, lavora su quello che sarà il disco.

Nonostante i problemi di salute degli ultimi anni, il Maestro non si è lasciato tentare dalla stanchezza né da nessun altro stato fisco che avrebbe giustificato il suo riposo, ma ha continuato il suo lavoro, portandolo avanti con la solita perfezione.

Ed ecco che tra il 2016 e 2017, Franco Battiato si dedica alla scrittura delle partiture, degli arrangiamenti del brano inedito “Torneremo ancora”, registrato successivamente a Londra nel maggio del 2019 proprio dalla Royal Philharmonic Concert Orchestra, diretta dal Maestro Carlo Guaitoli e a cui, per motivi di salute, non ha potuto assistere personalmente.

“Nelle versioni con la Royal Philharmonic Concert Orchestra ho trovato nel suono, nel colore quasi metafisico che si è generato, ulteriori stimoli per scavare più in profondità- afferma Franco Battiato nel comunicato ufficiale- Da anni ho lavorato sulla conoscenza del mistero insondabile del passaggio. Da “La porta dello spavento supremo” a “Le nostre anime” sino al documentario “Attraversando il bordo”. “Torneremo ancora” ne è una ulteriore testimonianza”.

L’inedito nasce da una richiesta di Caterina Caselli (per l’album di Andrea Bocelli) e chiese al Maestro di scrivere qualcosa. Inizialmente il titolo doveva essere “I migranti di Ganden”.

“Torneremo ancora” è composto da 14 brani, scelti da quelli eseguiti durante il precedente tour sempre con l’Orchestra, Pino Pischetola racconta:

“È abitudine fare il virtual sound check. In questo caso il vantaggio è stato l’approccio di microfonata di studio di registrazione, come anche sul pianoforte a corda e alla qualità di questa Orchestra straordinaria. Franco era entusiasta per quel tour con la Royal Philharmonic Concert Orchestra. Ogni nota che ascoltiamo di questo album è stata scritta dal Maestro e c’è uniformità tra l’inedito e il resto del brano grazie al fatto che a suonarlo sia stata la stessa Orchestra del tour”.

Francesco Massina, invece, ci racconta come nasce la copertina di “Torneremo ancora”:

Franco Battiato Torneremo Ancora

 “È la terza copertina più difficile che ho fatto per Franco. C’è il tema del vuoto, Apriti Sesamo e Torneremo ancora. C’è un’essenzialità pazzesca. Sono 25 anni che cerco di fare questa foto e non capivo perché non mi riuscisse. Sembrava una scena teatrale, studiata. Franco crede in un limbo luminoso ed è quello che ci propone in questa canzone, porta un messaggio a tutti noi: ci invita ad evolverci.”

Franco Battiato, Torneremo Ancora: tracklist

  • Torneremo ancora
  • Come un cammello in una grondaia
  • Le sacre sinfonie del tempo
  • Lode all’Inviolato
  • L’animale
  • Tiepido aprile
  • Povera patria
  • Te lo leggo negli occhi
  • Perduto amor
  • Prospettiva Nevski
  • La cura
  • I treni di Tozeur
  • E ti vengo a cercare
  • Le Nostre Anime
  • L’Era del Cinghiale Bianco

Franco Battiato, Torneremo Ancora: testo

Un suono discende da molto lontano

assenza di tempo e di spazio

nulla si crea, tutto si trasforma

La luce sta nell’essere luminoso

irraggia il cosmo intero

cittadini del mondo cercano una terra senza confine

La vita non finisce è come il sonno

la nascita è come il risveglio

finché non saremo liberi

torneremo ancora ancora

e ancora

Lo sai che il sogno è realtà

un mondo inviolato ci aspetta da sempre

i migranti di Ganden in corpi di luce

su pianeti invisibili

Molte sono le vie

ma una sola quella che conduce alla verità

finché non saremo liberi

torneremo ancora ancora

e ancora.

Irma Ciccarelli