È in rotazione Follia indolore il primo singolo di Frances Alina Ascione (R.W. M. Records – Distr. Believe Digital).
Dopo essere arrivata in semifinale live nel team di Emis Killa a “The Voice 2016” e nei 60 finalisti di Sanremo Giovani 2017 Frances ha iniziato a girare l’Italia nei locali e club con la sua band riscontrando un notevole successo.

Durante un concerto a Sabaudia, Luca Barbarossa è stato colpito dalla bravura di Frances e le ha proposto di entrare a far parte in pianta stabile del gruppo di “Radio2 Social Club” insieme ad Andrea Perroni e alla Social band. Frances Alina è così diventata una presenza fissa a “Social Club” in onda su Radio2 dalle 10.30 alle 12.00.

Nel 2017 Frances Alina firma il primo contratto discografico con la Società R.W.M. RECORDS del produttore Antonio Rospini, scopritore di talenti quali: Aram Quartet (vincitori della prima edizione di Xfactor) Antonio Maggio (vincitore del festival di Sanremo Giovani 2013) Kaligola (Premio della Critica – Premio Bardotti per il miglior testo di Sanremo 2015).
E’ prevista per il 2018 l’uscita del primo album di Frances Alina Ascione

01 Ciao Frances Alina e benvenuta su Il Terzo Lato Del Vinile. E’ appena uscito il tuo primo singolo Follia Indolore, è un brano scritto per l’occasione oppure lo avevi già nel cassetto?
Ciao ! Sì Follia Indolore è il mio primissimo inedito pubblicato. è un brano che è stato scritto un anno fa, anche se è formalmente uscito qualche giorno fa . e sono entusiasta e non vedevo l’ora di farlo ascoltare a tutti.

02 Hai partecipato nel 2016 a The Voice nel team di Emis Killa e sei arrivata in semifinale. Che ricordi hai di quel talent e cosa di porti dietro dei consigli di Emis Killa?
Dico sempre tranquillamente che non ho una opinione del tutto positiva dei talent, anche se la mia esperienza personale è stata molto bella. Ritengo che siano dei programmi televisivi che hanno poco a che spartire con la musica. I ragazzi che vi partecipano devono farlo con lo spirito giusto, ovvero senza prendersi tropo sul serio e viverla come un gioco. Io ho cercato di fare questo e ne sono uscita alla grande. È comunque un esperienza che può risultare molto importante per molti ragazzi artisti ,cantanti e performer. Non capita a tutti di poter cantare in televisione, in prima serata su reti nazionali cosi rilevanti. Per me la partecipazione a The Voice è stata molto formativa , ti insegna a saper gestire forti emozioni e il rapporto con il pubblico che sta davanti allo schermo a casa, che non è lo stesso che trovi in un club. Emis Killa, in maniera molto schietta mi ha aiutato molto in questo..

03 A Sanremo invece sei entrata nei 60 finalisti della sezione giovani. Cosa pensi del Festival e dell’ipotesi di un ritorno?
Beh ovviamente il Festival è uno piccolo grande sogno per tutti i cantanti di questo paese. Il solo passare le selezioni dei 60 finalisti è stato un traguardo per me che sono all’inizio del mio percorso discografico .Mi ha dato una grande positività… chissà magari un giorno…

04 Ora fai parte del “Radio2 Social Club” con Luca Barbarossa e Andrea Perroni. Far parte di un programma radiofonico penso sia una delle cose più belle che possano capitare. Tu come la vivi?
Sì sono felicissima di essere a Radio2! È veramente uno spasso, un ambiente molto stimolante. Certo ho faticato un po’ ad abituarmi alla sveglia mattutina… ma ne vale assolutamente la pena . Imparo molte cose. È proprio l’esperienza lavorativa che mi serviva in questo momento.

05 Quanto tutte queste esperienze ti hanno arricchito musicalmente?
Moooltoo, sia il talent che Radio2 , più che con la visibilità (che è sicuramente molto importante per noi) mi ripagano con tutte le cose che ho imparato e imparo stando a contatto con grandi professionisti. La vita in radio è molto intensa . Bisogna essere molto concentrati costantemente .

06 Il tuo album è previsto per il 2018, non ti chiedo troppi spoiler, ma, quante canzoni conterrà e se hai già scelto la copertina sì dai.
Ahahah non ho ancora assolutamente idea di quanti brani conterrà ,ci stiamo lavorando . E per la scelta della la copertina ci vuole ancora un po’…

07 Domanda di rito: Che rapporto hai con il vinile e qual è il disco che ti ha cambiato la vita?
Beh rispondere a questa domanda non è difficile! Essendo nata negli ani 90 non ho ascoltato tanta musica su vinili. ma quando ci siamo trasferiti in Italia, stavamo da mia nonna e lì mio padre ci faceva ascoltare tutti i suoi vinili, io li mi sono innamorata di Off The Wall di Micheal Jackson , She’s So Unusual di Cyndi Lauper e Syncronicity.

08 Come vuole la tradizione, in ultimo un messaggio inedito per i nostri lettori. A te penna e calamaio.
Ahaah ecco questa è piu tosta… devo pensare a qualcosa per non sembrare banale… ma da cantante e performer molto molto timida, che ha sempre dovuto fare i conti con insicurezze e timore del giudizio altrui, posso solo invitare tutti i lettori a cercare di fare tutto ciò che si fa nella vita e di perseguire i propri obbiettivi andando sì oltre le proprie paure , ma cosa piu importante avendo cura di rispettare la propria natura e i propri bisogni, seguendo il proprio istinto e senza cercare di essere qualcun altro… vabbè basta 😉 …

Intervista: Davide Di Cosimo